STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE E MODERNA

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
STORIA DELLA FILOSOFIA MEDIEVALE (M-FIL/08)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

italiano

Obiettivi formativi

Conoscenza dei momenti essenziali del dibattito medievale e rinascimentale sulla libertà del volere

Prerequisiti

Conoscenza degli aspetti salienti del pensiero medievale, in particolare per quanto riguarda l'etica e la teologia.

Contenuti dell'insegnamento

Libero arbitrio, fato e fortuna.
La libertà della volontà è uno dei temi più dibattuti nella cultura filosofica medievale e moderna soprattutto per le implicazioni etiche e teologiche.
Partendo dal De fato di Pietro Pomponazzi il corso si propone di analizzare alcuni contesti di questo dibattito, sia nel medioevo che nell’epoca moderna.

Bibliografia

-PIETRO POMPONAZZI, Il fato, il libero arbitrio e la predestinazione, traduzione e note di VITTORIA PERRONE COMPAGNI. Testo latino a fronte secondo l’edizione di RICHARD LEMAY, Marene, Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento-Nino Aragno editore 2004 (L’età Nuova, I)

Metodi didattici

Lezioni frontali

Modalità verifica apprendimento

Esame orale con prova scritta di ammissione all'orale

Altre informazioni

Altre informazioni sul sito del corso: http://www.didaschein.net/corsiuniversitari/2016-2017