LINGUAGGIO E CONOSCENZA - (MO-RE)

Docenti: 
COLIVA ANNALISA
Crediti: 
6
Sede: 
UNIMORE
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
COLIVA ANNALISA
Settore scientifico disciplinare: 
FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI (M-FIL/05)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

1. Il corso introduce i temi principali della filosofia del secondo Wittgenstein. In questo modo gli studenti sono avviati alla comprensione di nozioni-chiave e delle questioni più ampiamente dibattute nella disciplina sul tema della teoria del significato, del rapporto linguaggio-mente-mondo, e del tema della conoscenza.
2. Attraverso l’analisi di un testo chiave della produzione wittgensteiniana al termine del corso gli studenti avranno acquisto la capacità di comprendere temi cruciali della teoria del significato, nelle sue complesse sfumature e relazioni con, la filosofia della mente e della conoscenza. Gli studenti saranno in grado di applicare le conoscenze apprese all’analisi dei testi presi in esame durante il corso.
3-4. Il corso intende promuovere una partecipazione attiva degli studenti nella esposizione e discussione dei temi fondamentali affrontati, promuovendo una rielaborazione di teorie, concetti e argomenti utili alla comprensione degli stessi favorendo la capacità di esporre il loro punto di vista in modo argomentato.
5.Alla fine del corso gli studenti saranno in grado di orientarsi nei temi centrali della filosofia del secondo Wittgenstein e, di conseguenza, della filosofia del linguaggio e dell’epistemologia contemporanee, e di approfondire alcuni dei temi specifici analizzati durante il corso.

Prerequisiti

No.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso verterà su Della certezza di Ludwig Wittgenstein. I temi affrontati verteranno sulla analisi della conoscenza, del dubbio e della certezza e sulla nozione di “proposizione cardine”.

Programma esteso

Conoscenza e comprensione: conoscenza dei principali temi della filosofia di Ludwig Wittgenstein e del suo contributo alla teoria della conoscenza.
Capacità di applicare conoscenza e comprensione: capacità di leggere una delle opere principali di Wittgenstein, di inserirla nel loro contesto storico, di metterla in rapporto e confrontarle con le opere di altri filosofi (come ad esempio G. E. Moore).
Autonomia di giudizio: capacità critica riguardo ai contenuti della bibliografia d’esame.
Abilità comunicative: conoscenza e impiego del linguaggio specifico della filosofia, in particolare della filosofia del linguaggio.
Capacità di apprendimento: capacità di sviluppare le conoscenze acquisite nell’analisi di testi e materiali trattati a lezione.

Bibliografia

Wittgenstein, L. [1975] Della certezza, Einaudi, (qualsiasi edizione).
Perissinotto, L. Wittgenstein. Una guida, Feltrinelli, 2017.
Coliva, A. Moore e Wittgenstein. Scetticismo, certezza e senso comune, Il Poligrafo, 2003.

Metodi didattici

Lezioni frontali.

Modalità verifica apprendimento

Per gli studenti che avranno frequentato almeno il 75% delle lezioni, la valutazione avverrà tramite un esame scritto. La prova consisterà in un elaborato di 3,000 parole su un argomento del corso a scelta dello studente, concordato con la docente. Le modalità di redazione del saggio verranno fornite a lezione. Lo studente dovrà consegnare l’elaborato alla docente almeno una settimana prima dell’appello. Per gli studenti che non avranno frequentato almeno il 75% delle lezioni, oltre al saggio, ci sarà un test scritto contenente 6 domande aperte.

Criteri di valutazione:

30 e lode: eccellente, conoscenze solide, eccellenti capacità espressive, completa comprensione di concetti e argomenti
30: molto buono, conoscenze complete e adeguate, capacità di espressione corretta e bene articolata
27-29: buono, conoscenza soddisfacente, capacità di espressione essenzialmente corretta
24-26: conoscenza abbastanza buona, ma non completa e non sempre corretta
21-23: conoscenza accettabile, ma superficiale. Espressione spesso non appropriata
18-21: sufficiente La preparazione presenta lacune dal punto di vista dei contenuti, mancanza di chiarezza nell'esposizione, incapacità di comprendere concetti e argomenti.